SaraDSC_6976web2.jpg

PERCHÈ UN SITO ...

... Finalmente


Dopo averci pensato a lungo e varie volte rimandato, finalmente passo all'azione ed ecco che inauguro il mio sito personale. Le mie perplessità nascevano dal fatto che non mi sono mai sentita una vera "professionista", sia perché ho sempre svolto un'altra occupazione, con passione ed impegno, sia perché ho considerato e considero tuttora gli incontri una parentesi giocosa da vivere solo qualora si presenti la giusta occasione. La volontà di realizzare un sito non nasce pertanto da un intento pubblicitario, quanto piuttosto da un desiderio di esprimermi, per permettere a chi legge di conoscere meglio l'animo della persona che incontrerà e far sì che l'incontro sia quanto più possibile autentico e "vero". Ho cominciato a dedicarmi a questi giochi pochi anni fa, subito con grande ironia, voglia di divertirmi e far divertire a 360 gradi. La dimensione ludica per me è fondamentale ed è questo il modo in cui amo vivere tali esperienze. Il gioco, per essere bello, deve avere le sue regole, da condividere e rispettare fino in fondo. Nonostante i dubbi, le paure e le perplessità iniziali, devo dire che mi sono trovata sempre meglio perché ho imparato ad essere sempre più selettiva e ad accettare un incontro solo con chi ama mettersi un po' in "gioco", dire e dare qualcosa di sé, pur nel rispetto della riservatezza. Basta solo un po' di intelligenza per riuscire a farlo. Detesto le persone troppo chiuse o reticenti, che non mi lasciano capire nulla della loro personalità. Evidentemente cercano incontri freddi, veloci e meccanici e quindi non potremmo mai andare d'accordo. Chiaramente rispetto anche chi si relaziona in questo modo ma semplicemente affermo di essere diversa.
Questi pochi anni di esperienza mi hanno permesso di toccare con mano come in un incontro di questo tipo quando c' è il giusto feeling si possa essere anche più "veri" che nella vita reale, dove siamo spesso costretti ad indossare maschere e a recitare ruoli. Qui si è a nudo con se stessi e con una persona che ascolta senza giudicare. Il rispetto delle regole del gioco garantisce la totale riservatezza e quindi ci si può esprimere fisicamente e verbalmente in totale libertà.